Civiltà in America 2013

martedì 30 luglio, 2013

Il senso di civiltà in America continua a diminuire e i comportamenti incivili stanno diventando la nuova regola: questo è quanto afferma il quarto studio annuale Civility in America: A Nationwide Survey, condotto da Weber Shandwick e Powell Tate, azienda specializzata nel public affairs, in collaborazione con KRC Research.

Lo studio di quest’anno ha rilevato che il 70 per cento degli americani crede che l’inciviltà abbia ormai raggiunto livelli di guardia. Gli americani si scontrano con comportamenti poco civili più di due volte al giorno (2,4 volte al giorno) e il 43 per cento pensa di sperimentarli nelle successive 24 ore; avere quindi a che fare con l’inciviltà sembra ormai far parte della vita quotidiana di ciascuno. L’81 per cento pensa, infine, che l’inciviltà stia portando ad un inasprimento di violenza.

I politici, i giovani americani, i media e internet sarebbero i responsabili del problema. Più precisamente, per la prima volta da quando l’indagine è stata avviata nel 2010, Internet e social media sono arrivati ad essere percepiti come la causa principale. Tra coloro che si aspettano un peggioramento della situazione nei prossimi anni, il 34 per cento incolpa Twitter.

Leggi tutto

La nostra infografica:

Civility_in_America_2013_Infographic