Social confidence nel settore farmaceutico

mercoledì 05 giugno, 2013

Si ritiene comunemente che l’industria farmaceutica non utilizzi appieno i social media a causa delle restrizioni normative. Tuttavia, un recente studio condotto da Weber Shandwick, Digital Health: Building Social Confidence in Pharma, ha rivelato che non è necessariamente così.

Per l’industria farmaceutica , la regolamentazione resta critica, ma si sta cominciando superare gli ostacoli interni . La ricerca di Weber Shandwick, tra i dirigenti farmaceutici responsabili delle decisioni in materia di social media, mette in luce che sono in primo luogo le barriere interne ad essere ancora superate per impegnarsi pienamente sul fronte dei social media, condividendo internamente  le strategie di comunicazione social, infondendo social media confidence ai propri team e mettendo in campo le risorse giuste.

In un mondo dove i consumatori sempre più utilizzano il web per informarsi, l’ incapacità di affrontare questa sfida potrebbe rivelarsi dannosa nel lungo periodo.

“Oggi  il più grande ostacolo all’engagement nel mondo del pharma risiede nell’esigenza di un migliore allineamento interno e nella comprensione del mezzo.  Abbiamo bisogno di costruire la social confidence all’interno del mondo pharma ” ha affermato Stacey Bernstein, Director della divisione Digital Health di Weber Shandwick in USA. Per aiutare le aziende a diventare social, lo studio offre un’utile guida: Le 10 Regole dell’ Engagement: Building Social Confidence nel campo farmaceutico.