WEBER SHANDWICK PRESENTA LA PRACTICE X, UN NUOVO MODELLO DI AGENZIA IN GRADO DI GENERARE INNOVAZIONE

venerdì 17 agosto, 2018

Weber Shandwick annuncia il lancio della Practice X, che integra le competenze dell’agenzia in ambito innovazione e tecnologia all’interno di un modello di servizio connesso e incentrato sul cliente. La  Practice X, in quanto hub centralizzato di competenze specialistiche, supporterà l’engagement di qualsiasi natura in favore dei clienti, trasversalmente a settori produttivi e mercati globali – e apporterà nuove idee orientate alla risoluzione delle sfide inedite di ogni mercato. 

“Le sfide che i nostri clienti affrontano oggi sono molto complesse e dipendono sempre più dalla nostra capacità di mettere in campo un tipo di competenza specializzata, spesso tecnica, necessaria per risolvere nuovi problemi”, ha detto il presidente di Weber Shandwick, Gail Heimann. “Aggregando le nostre competenze tecniche all’interno della Practice X, saremo in grado di mettere più facilmente a disposizione dei clienti che abbiamo nelle diverse industry, le nostre abilità negli ambiti della tecnologia, del data intelligence e dell’innovazione per trovare soluzioni alle sfide di oggi.”

La Practice X è composta da centinaia di specialisti in tutto il mondo, dotati di una profonda competenza nei settori della tecnologia, delle data sciences, della strategia digitale e della ricerca e sviluppo in ambito media. La practice sarà affiancata dalle numerose aziende specializzate che Weber Shandwick ha aggiunto al proprio portfolio globale negli ultimi anni – tra queste la mobile agency Flipside, la digital creative agency Cappuccino, la social creative agency ThatLot, l’azienda di data intelligence Bomoda e l’azienda di digital & performance marketing Resolute Digital.

Sarà Chris Perry, Chief Digital Officer di Weber Shandwick, a guidare la Practice X a livello globale in collaborazione con un team appena costituito. Hugh Baillie, attualmente capo della divisione client experience dell’area EMEA, sarà il presidente della Practice X nelle aree EMEA & APAC. Adam Wall, attualmente vicepresidente esecutivo digital operations & client services in Nord America, sarà il presidente della Practice X in tutta America. Lydia Lee, head of Technology nell’area APAC insieme a Wayne Hickey, vicepresidente esecutivo e senior Technology strategist in Nord America, diventeranno entrambi co-responsabili a livello globale della divisione Technology del team. Patrick Chaupham, vicepresidente esecutivo business integration, avrà il ruolo di EVP nella divisione corporate development della Practice X.

“Oggi ogni organizzazione deve stare al passo con i continui cambiamenti imposti dalla tecnologia, dalle aspettative dei clienti, dai comportamenti sociali e verso i media”, ha detto Perry. “Che si tratti di costruire campagne social che guidino le vendite o di sviluppare nuove piattaforme per gestire la domanda dei consumatori, abbiamo il compito di aiutare i nostri clienti a capire come creare nuovi metodi di engagement nel contesto economico di oggi. Vogliamo continuare ad espandere il range delle soluzioni offerte su scala globale, cosa che poche altre agenzie sono in grado di fare”.

Puoi trovare maggiori informazioni sulla Practice X qui.